in

Squalo blu: la razza di squalo più frequente in Italia!

Gli squali sono associati alle acque tropicali e alle barriere coralline per molte persone.

razza di squalo italia
Foto di Daniel Torobekov

Tuttavia, con oltre 500 specie conosciute, gli squali possono essere trovati in tutti gli oceani del mondo, compreso il Mar Mediterraneo. Quindi, avendo risposto “ci sono squali nel Mar Mediterraneo” con un deciso sì, quali squali potresti vedere più facilmente anche a largo delle coste italiane?

Il cosiddetto “squalo blu” (o verdesca) è il tipo di squalo più comune nel Mediterraneo. Vivono in acque fresche e profonde, quindi si avvicinano alla riva solo se si perdono, sono giovani o in difficoltà. Sono comunemente avvistati lungo la costa di Francia, Italia e Grecia. Si riproducono più facilmente di qualsiasi specie di squalo, motivo per cui prosperano nel Mediterraneo. Rappresentano anche un rischio minimo per l’uomo, essendo di dimensioni non considerevoli.

Le verdesche mangiano principalmente calamari. Tuttavia, sono anche noti per mangiare polpi, seppie, aragoste, granchi, gamberi, pesci e squali più piccoli. È abbastanza comune vedere gli squali blu cacciare insieme per radunare la loro preda e renderla facile da catturare. I principali predatori delle verdesche sono quelli più grandi, incluso il grande squalo bianco. Possono anche essere cacciati dalle orche assassine (Orcinus orca), che esistono tutto l’anno nel Mediterraneo occidentale intorno allo Stretto di Gibilterra.

Squalo inquadrato da sotto
Squalo inquadrato da sotto – Foto di Los Muertos Crew/Pexels.com

Esatto, hai letto bene, c’è anche lui. Sebbene possa essere trovato nel Mediterraneo, è tutt’altro che uno squalo comune. Nonostante la sua reputazione di squalo “mostro” e “mangiatore di uomini”, è altamente improbabile che lo incontriamo nel Mediterraneo. Gli Stati Uniti e l’Australia ospitano gli attacchi di squali più immotivati ​​al mondo, non il Mediterraneo, e questi sono davvero molto rari. Quindi respira facilmente!

Lo squalo pinna nera viene solitamente osservato in acque meno profonde di 30 m vicino alla costa. Sono noti per i notevoli bordi neri sulle loro pinne pettorali caudali, dorsali, pelviche e lunghe. Le punte nere sono di colore grigio/marrone sulla parte superiore del corpo con una striscia bianca che va dal naso lungo e appuntito alla coda. Sono quasi interamente bianchi sotto.

Squali tigre e toro. Queste due specie di squali sono le altre due specie di squali più pericolose (per l’uomo) al mondo. Non è mai stato dimostrato in modo definitivo che lo squalo toro si trovi nel Mediterraneo, sebbene possa essere presente lungo le coste italiane. Si sospetta che lo squalo tigre sia qui come popolazione permanente. Sono molto rari e potrebbero essere solo individui transitori che arrivano attraverso lo Stretto di Gibilterra. Quindi non c’è bisogno di farsi prendere dal panico.