Medicina, scoperto un nuovo gruppo sanguigno: può salvare molte vite

La ricerca in campo medico è assolutamente fondamentale e va sempre sostenuto. Una equipe di ricercatori inglesi ha infatti da poco scoperto un nuovo gruppo sanguigno: una vera e propria svolta nel mondo della medicina!

Dal mondo

I medici di tutto il mondo sono balzati dalla sedia quando l’hanno letto: è appena stato scoperto un nuovo gruppo sanguigno. Le riviste mediche di tutto il mondo stanno riportando la notizia con grande entusiasmo, in quanto potrebbe significare una svolta davvero importante per la ricerca e la cura a diversi disturbi di vario genere.

La maggior parte delle persone conosce il gruppo sanguigno ABO, con i suoi positivi e negativi, ma non sono gli unici tipi. Ora, gli scienziati dell’Università di Bristol e del NHS Blood & Transplant hanno scoperto un raro nuovo sistema di gruppi sanguigni e nel processo hanno risolto due casi di malattia emolitica che si cercava di curare da 30 anni sul feto e sul neonato.

Scienziato al lavoro
Scienziato al lavoro – Foto di Edward Jenner/Pexels.com

Il nuovo gruppo è chiamato gruppo sanguigno “Er”. Secondo la rivista “Blood”, ci sono un totale di cinque antigeni E-R in questo gruppo basati su variazioni genetiche. Il gruppo sanguigno può causare alle cellule immunitarie di attaccare le cellule non corrispondenti, cosa che è accaduta in altri casi in cui i gruppi sanguigni sono incompatibili. L’antigene Er è stato scoperto anni fa, ma lo studio è il primo a descrivere diverse mutazioni dell’antigene.

Gli esperti dicono che mentre può essere molto raro, potrebbe comunque essere importante per medici e infermieri a prestare attenzione se hanno difficoltà a diagnosticare il loro paziente. Il gruppo sanguigno è determinato dalla presenza o dall’assenza di proteine note come gruppi sanguigni presenti sulla superficie dei globuli rossi. Quando una persona ha bisogno di una trasfusione, una mancata corrispondenza dei gruppi sanguigni può causare la generazione di anticorpi contro il gruppo sanguigno estraneo.

L'importanza della ricerca
L’importanza della ricerca – Foto di Puwadon Sang-ngern/Pexels.com

Questo lavoro dimostra che la ricerca non smette mai di essere importante! Sebbene due varianti all’interno del gruppo Er siano rare, il gruppo di scienziati ha studiato i casi clinici di due donne che avevano perso i loro bambini a causa della malattia emolitica del feto e del neonato. L’HDFN è una malattia del sangue che causa la rapida rottura dei globuli rossi di un bambino a causa di una mancata corrispondenza con i globuli rossi della madre. Adesso, finalmente si avrebbe una cura!

Conoscere il proprio gruppo sanguigno può essere fondamentale, specie in una situazione di estremo pericolo in cui ci sia bisogno di una trasfusione immediata. Più sappiamo di tali rare variazioni del gruppo sanguigno, insieme alla capacità di essere in grado di testarle e identificarle, migliore è la cura che siamo in grado di offrire a tali pazienti in futuro.

 

Back to top button