In risalita le azioni di Netflix, scopriamo il perché.

Per contrastare il suo rallentamento della crescita, la società sta scommettendo in grande sul suo livello a basso costo supportato dalla pubblicità, con l'intenzione di diventare attivo in più paesi, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Francia e Germania il 1° novembre.

Affari

Negli ultimi tempi Netflix se la passa così così: sappiamo tutti del crollo di abbonati e della qualità sempre meno apprezzabili dei suoi contenuti originali. La società americana sta però iniziando a riprendersi, grazie a strategie mirate per riconquistare il suo pubblico oppure, almeno, i suoi investitori. Scopriamo nel dettaglio cos’è successo e perché le sue azioni sono al rialzo su tutti i mercati:

Le azioni del colosso dello streaming sono aumentate di oltre il 6% dopo che Atlantic Equities ha aumentato il titolo in sovrappeso, affermando che il livello di abbonati supportato dalla nascita delle pubblicità di Netflix, che prevede di lanciare nei prossimi mesi, potrebbe aumentare il prezzo delle sue azioni del 26%. Un traguardo con risvolti miliardari per i prossimi anni.

Sfondo scuro di Netflix
Sfondo scuro di Netflix – Foto di John-Mark Smith/Pexels.com

D’altra parte, Netflix ha affermato che Monster: The Jeffrey Dahmer Story ha accumulato 196 milioni di ore visualizzate nella prima settimana, il suo più grande successo dal debutto di Stranger Things 4 a luglio, che ha accumulato 301 milioni di ore visualizzate. Questa notizia potrebbe aiutare ad alleviare i timori degli investitori che la storia di crescita di Netflix sia agli sgoccioli. Ma sarà davvero così?

Le ultime notizie in questi mesi non erano per niente incoraggianti. Sebbene Netflix stia ancora dominando gli streamer in termini di base complessiva di abbonati, con quasi 220,7 milioni di abbonati, Disney+
sta recuperando terreno, con 152,2 milioni dal lancio nel 2019. Una vera e propria rimonta lenta ed inesorabile, ma detto questo, Netflix ha già affrontato le avversità, emergendo da queste sfide come un’azienda più forte e di maggior successo. E con circa tre volte le vendite del prossimo anno, il titolo sta vendendo vicino alla sua valutazione più bassa in quasi un decennio.

Telecomando accende Netflix
Telecomando accende Netflix – Foto di John-Mark Smith/Pexels.com

Il 19 luglio 2022, Netflix ha annunciato i suoi guadagni del secondo trimestre. L’azienda ha superato le aspettative, ma nell’area critica della crescita degli abbonati ha perso circa 970.000 abbonati. Era migliore della perdita prevista di 2 milioni, ma rispetto alla rivale Disney+, che ha guadagnato 14,4 milioni di nuovi abbonati nell’ultimo trimestre. Poiché Netflix subisce perdite nella sua massiccia base di abbonati, sta cercando di generare entrate cambiando il suo modello di business di lunga data includendo pubblicità e reprimendo la condivisione delle password.

Back to top button