Meglio comprare un albero di natale vero o finto? Fai la scelta più ecologica!

Per un Natale veramente green c'è sempre la possibilità di eliminare del tutto un albero e semplicemente improvvisare con le piante già presenti in casa.

Green Power

Abbiamo deciso di esaminare gli impatti sulla salute e sull’ambiente degli alberi di Natale reali e artificiali. In questo articolo, esploreremo la storia, la produzione e lo smaltimento di alberi di Natale reali e artificiali e condivideremo alcuni suggerimenti per aiutarti a ridurre la tua impronta di carbonio e avere un Natale “verde”! Quindi, dovresti comprare un albero di Natale vero o artificiale? Scopriamolo insieme, partendo da un po’ di background sull’argomento.

Cosa è più rispettoso dell’ambiente: reale o artificiale? La risposta semplice è: dipende. Gli alberi veri che hanno ancora le loro radici hanno un’impronta di carbonio trascurabile. Possono essere invasati, portati all’interno per il periodo natalizio e poi ripiantati. A prima vista, gli alberi artificiali suonano come una proposta vantaggiosa per tutti. Ovviamente, non è necessario abbattere un vero albero per ottenere un albero artificiale. Sembra piuttosto verde! Ancora meglio, puoi riutilizzare il tuo albero artificiale e salvare un altro albero ogni anno. Tuttavia, questi benefici percepiti si basano sull’idea che abbattere un vero albero è dannoso per l’ambiente. In realtà, è proprio il contrario.

Albero di natale illuminato
Albero di natale illuminato – Foto di NastyaSensei/Pexels.com

I veri alberi di Natale sono in realtà coltivati nelle fattorie, come i prodotti che acquisti al supermercato. Ci vogliono circa otto anni perché gli alberi raggiungano altezze popolari da cinque a sette piedi, quindi l’industria degli alberi di Natale mantiene un vasto habitat forestale che altrimenti potrebbe non esistere. I pesticidi sono etichettati con un “intervallo pre-raccolta” che dice agli agricoltori quando possono applicare il loro ultimo spray prima del raccolto. Gli alberi di Natale vengono spruzzati l’ultima volta in primavera o in estate, il che dà ai pesticidi il tempo di rompersi prima che gli alberi vengano tagliati e venduti.

Il quadro per gli alberi di plastica non è così roseo. Il Carbon Trust stima un’impronta di carbonio di circa 40 kg di CO2e per un albero di due metri. È una buona idea ottenerne uno di buona qualità che puoi usare per molti anni. Qualcuno ha avuto il suo albero di plastica per 20 anni. Questa tendenza al riutilizzo degli alberi di plastica è supportata da ricerche che stimano che l’85% delle famiglie statunitensi con un albero artificiale lo riutilizzerà e che in media gli alberi artificiali vengono riutilizzati per 11 anni.

Decorazioni sull'albero
Decorazioni sull’albero – Foto di Element5 Digital/Pexels.com

Gli alberi artificiali sono fabbricati. La maggior parte degli alberi artificiali sono fatti di PVC, o cloruro di polivinile, che è una plastica non riciclabile e non biodegradabile. Quando il PVC viene prodotto, bruciato o smaltito in discarica, vengono rilasciate diossine nocive, che possono portare a problemi di sviluppo e riproduzione nell’uomo e negli animali. Questo non fa sicuramente bene alla salute o all’ambiente.

Per un Natale veramente green c’è sempre la possibilità di eliminare del tutto un albero e semplicemente improvvisare con le piante già presenti in casa.

Back to top button